Nonostante le tante battaglie compiute dalle donne nel tempo per affermare i loro diritti, la strada per ottenere una piena parità è ancora affollata di ostacoli. L’8 Marzo è il giorno in cui si vogliono ricordare tutte le conquiste raggiunte dalle donne! Questo percorso interdisciplinare è nato con l’intento di aiutare gli alunni delle nostre classi quarte a conoscere il problema determinato dai condizionamenti culturali e sociali che soffocano le parità di genere. La ricorrenza ha costituito solo il punto di partenza dell’attività multidisciplinare che ha coinvolto gli insegnanti di Arte e Immagine, Italiano, Educazione Civica e Storia. Gli alunni delle classi quarte di tutte le sedi del nostro Istituto sono partiti dalla storia e dal significato della “Festa della Donna”, percorrendo il lungo cammino nella storia sin dagli inizi del ‘900 quando, per la prima volta, iniziarono ed andarono via via aumentando le proteste e le rivendicazioni contro temi importanti quali lo sfruttamento, i bassi salari, le discriminazioni sessuali e l’impossibilità di avere accesso al voto. Successivamente, dopo aver approfondito il concetto di “Diritto” è stato affrontato lo studio dell’Art. 3 della Costituzione che sancisce che “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali…” Gli alunni, dopo averlo letto e compreso, hanno riconosciuto nell’Art. 3 della Costituzione Italiana la base e la garanzia dei diritti inviolabili dell’uomo. Alcuni gruppi di alunni e alunne hanno voluto rappresentare con disegni il segno di protesta e di lotta per ottenere i propri diritti. Altri alunni e alunne, dopo aver discusso e concordato quale sia la scala di valori indispensabile, cui far riferimento per una serena convivenza, hanno sancito che è necessario assumersi un impegno e perciò hanno elaborato un piccolo libro illustrato in forma di autoritratto, in cui ciascuno ha garantito “Questa volta… ci metto la faccia”. Questo è ciò che la nostra Scuola intende con “educare al senso civico”: formare cittadini competenti ed educarli al pensiero critico.

Guarda le foto dei lavori fatti e… complimenti ai nostri alunni di quarta!

Tags:

Comments are closed